Il parquet è un materiale tra più belli e allo stesso tempo più controverso che esista. Bello perché è un materiale naturale, caldo e che arreda già vedendolo posato a terra, controverso perché ci sono dei luoghi comuni che per anni ne hanno ostacolato la diffusione. A dire la verità fino a 15/20 anni fa, alcuni luoghi comuni erano reali, come per esempio la loro delicatezza e soprattutto la manutenzione assidua di cui aveva bisogno.

Tutto ciò in realtà non era dovuto al materiale di per sé, ma soprattutto alla verniciatura che veniva praticata. Infatti oggi con le nuove tecnologie e soprattutto le nuove vernici ad acqua, il parquet è diventato un materiale molto fruibile e di facile manutenzione. Le vernici attuali infatti, coprono e proteggono meglio il legno e forse anche la nostra mentalità nei confronti di questo materiale è cambiato notevolmente. Sembrano passati secoli dal parquet con verniciatura lucida che rendevano il legno una sorta di plastica effetto vetro e soprattutto al giorno d’oggi il parquet vissuto piace di più.

La domanda che mi pongono spesso è sempre la stessa : ma posso montare adesso il parquet a casa mia anche se c’è un altro tipo di pavimento? La risposta è si e soprattutto il montaggio è molto semplice, veloce e per niente invasivo. Vediamo come fare.

Esistono dei parquet chiamati prefinti, che si possono montare sul pavimento esistente senza incollarlo. Naturalmente stiamo parlando di legno vero di parquet vero, non di quei finti parquet di plastica che si montano negli uffici, per intenderci. Questi materiali sono stati concepiti da fabbriche all’avanguardia in questo settore e che quindi offrono dei materiali di alta qualità. Lo testimonia  il fatto che i prezzi non sono proprio economici. Cercherò di descrivere come vengono montati.

Per prima cosa, naturalmente l’appartamento o la villa, deve essere vuota, o quantomeno le stanze oggetto del montaggio. Per prima cosa bisogna smontare le porte interne e se necessario anche le finestre a balcone. Lo smontaggio degli infissi è necessario in quanto il materiale con il materassino sottostante, portano via quasi 2 centimetri. Fatta questa operazione, bisogna stendere un materassino in polietilene o altro materiale adeguato, sul pavimento esistente, tenendo ben presente che i lembi del tappetino, devono avanzare sulle pareti perimetrali la stanza.

Terminata questa operazione, si può iniziare con il montaggio del parquet. I listoni di parquet, hanno ai loro lati delle sezioni incave, in modo tale che i listoni fra di loro possano incastrarsi in maniera precisa. La qualità del materiale dipende anche da questo tipo di lavorazione. L’effetto finale deve essere una lastra unica di legno. Finito il montaggio se il legno è prefinto, bisogna passargli una mano di vernice per renderla finita, ma esistono anche dei parquet già completamenti finiti, che non necessitano quindi di questa ultima operazione. Finita questa operazione, si possono montare i battiscopa.

Rimarrete stupiti dalla bellezza di questi materiali. Come dicevamo prima i prezzi non sono proprio economici. Difatti un materiale del genere può costare all’incirca 50 euro, per arrivare fino a 120/140 euro, naturalmente mano d’opera esclusa.