Dividere un appartamento può essere un lavoro molto invasivo se fatto in maniera sbagliata. I materiali che possiamo usare oggi sono tecnologicamente molto avanzati e quindi possiamo ridurre i danni collaterali.

Come progettare una casa

Come dividere un appartamento può essere un lavoro relativamente facile se fatto nella maniera giusta.La prima cosa da fare è pianificare il progetto. Bisogna tener conto dell’ubicazione dei servizi e della cucina, e quindi degli scarichi. Avere quindi una piantina dell’appartamento aggiornata è di fondamentale importanza. Il consiglio principale è cercare di costruire il bagno del nuovo appartamento adiacente al bagno esistente, in modo da usare gli stessi scarichi.

Naturalmente una casa piccola non può essere divisa anche perché in tutti i comuni italiani c’è una metratura minima da rispettare per far si che l’appartamento a livello urbanistico sia considerato abitabile, in genere è 45 metri quadri. Una volta deciso tutto questo bisogna fare una piantina di progetto della nuova divisione, c’è bisogno quindi di un programma per disegnare case. Prima di iniziare a disegnare il proprio appartamento, bisogna avere bene in mente come progettare una casa, ed in tal senso questi software vengono in aiuto dell’utente perché alcuni sono estremamente semplici da usare.

Lavori interni

Una volta fatto il disegno della casa si passa alla scelta dei materiali da utilizzare. Il mio consiglio è di usare materiali prefiniti. In tal senso per fare i muri divisori consiglio dei mattoni forati già intonacati, tipo Greisel. Tali materiali non hanno bisogno dell’intonacatura e quindi si guadagna in questo modo tempo e soprattutto si risparmiano dei soldi. Infatti tali materiali sono usati moltissimo negli appartamenti da ristrutturare.

Un altro sistema è usare delle parerti in cartongesso, ma la resa a livello termico e soprattutto acustico è nettamente inferiore, quindi è vivamente sconsigliato.
Successivamente da un idraulico è necessario farsi fare gli attacchi del nuovo bagno e della nuova cucina, così praticamente il 90% del lavoro è fatto. Una volta finiti i lavori bisogna mettere a posto a livello burocratico l’immobile e quindi farsi redigere da un geometra abilitato un frazionamento catastale dell’immobile. Quindi ora avremo il nostro appartamento diviso in due.

Come arredare casa

Ora passiamo a come arredare una casa. Nel progetto ideato avremo dovuto tener conto dei mobili già in nostro possesso per riadattarli ai nuovi ambienti e anche dei nuovi da acquistare. Le idee per arredare casa possono essere molteplici e quindi, andando in questi megastore di mobili ormai in tutte le città e portando le piantine delle due case ottenute, possiamo trovare delle soluzioni adatte a noi e soprattutto alle nostre tasche.
Soprattutto ci concentreremo sulla casa con la pianta nuova.