Avete deciso di cambiare le finestre a casa e il dubbio che assale è sempre lo stesso : di quale materiale faccio le nuove finestre? Beh le alternative sostanzialmente sono tre : alluminio, legno e PVC. La scelta spesse volte è dettata anche dal budget che si ha a disposizione. In genere la finestra più costosa è senza dubbio la finestra in alluminio, seguita dalla finestra di legno per finire con la finetsra in PVC.  Esaminiamo gli aspetti positivi e negativi delle tre tipologie di materiali.

Finestra in alluminio – L’alluminio è un materiale indistruttibile, offre un isolamento termico eccezionale, naturalmente con il vetro adatto, e la manutenzione è praticamente zero. Si adatta a qualsiasi ambiente e situazione, offre praticamente una chiusura ermetica  è possibile sceglierla in tanti colori e finiture e praticamente è indistruttibile. Dall’altro canto il costo è abbastanza elevato, può dare problemi di condensa, a meno che non si scelga una finestra a taglio termico, ed è un materiale che poco si adatta ad un arredamento interno stile classico.

Finestra in Legno – La bellezza del legno è indiscutibile, si adatta ad ogni tipo di situazione e con le nuove tecnologie delle vernici, durano tanto tempo. Anche loro offrono un isolamento termico molto valido. Offrono delle linee molto moderne e come accennato, sono molto belle da vedere. Inoltre il costo è più basso rispetto all’alluminio, offrendo  delle prestazioni che si avvicinano tanto all’alluminio. Se si sceglie una tipologia in legno, la cosa principale è la scelta dell’essenza giusta. La più duratura è sicuramente il pino mordenzato, che con il suo colore scuro, offre una tenuta maggiore rispetto al Douglass, che tendono di più a perdere la verniciatura.

Finestre in PVC – E’ un materiale relativamente nuovo, molto diffuso nel nord europa e da noi sta prendendo piede soprattutto nell’ultimo periodo. Offre una tenuta termica molto elevata, sono leggerissime e chiudono ermeticamente i nostri ambienti. Il costo è più contenuto rispetto al legno. In poche parole sono le più economiche dei tre materiali esaminati, ma offrono quasi le stesse prestazioni. La varietà di colori praticamente è infinita. Cercate sempre di scegliere un PVC di medio livello. Infatti certi venditori senza scrupoli, fanno dei prezzi stracciatissimi, ma la qualità del PVC utilizzato è veramente basso.

In poche parole tutte e tre sono dei materiali molto buoni, ma a livello di convenienza il PVC batte le altre due tipologie. A volte la scelta del materiale è anche obbligata, soprattutto se si vive in un condominio.